L’Italia e il Terzo settore: le associazioni non profit

L’Italia e il Terzo settore: le associazioni non profit

Con il termine inglese “Non Profit“, si fa riferimento alle organizzazioni non a scopo di lucro, cioè organizzazioni che investono i propri utili interamente per scopi organizzativi.

Il Non Profit è una terza dimensione dopo lo Stato (che sarebbe il primo settore) e il Mercato (secondo settore). 

Nel Terzo settore abbiamo queste organizzazioni che non perseguono il profitto e che si caratterizzano per la loro mission che è quella di perseguire il benessere della collettività.  Li si può definire come organizzazioni dedite al sociale che si specializzano nella produzione di nuovi beni relazionali più che materiali, basati su altruismo e solidarietà.

Questi enti hanno uno Statuto proprio, cioè sono formalmente costituite, hanno autonomia giuridica privata, si autogovernano, l’adesione non è obbligatoria e sono in grado di avvalersi di occupazione sia retribuita che gratuita tramite volontariato.

Distinzioni 

Le organizzazioni non profit si differenziano sostanzialmente nella loro struttura, distinguendosi per tipo e status giuridico. Possiamo individuare sei differenti tipi di organizzazioni private che operano senza fini economici con finalità solidali:

  1. ASD: Associazioni Sportive Dilettantistiche, sono quelle sportive;
  2. ONLUS: Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale, quelle che aiutano singole persone svantaggiate (disabili, poveri, anziani etc.); 
  3. APS: Associazioni di Promozione Sociale, che aiutano le “comunità” di persone, non per forza svantaggiate;
  4. ONG: Organizzazioni Non Governative, assumono forme giuridiche differenti a seconda della zona in cui operano. Alcune possono avere lo status di enti benefici, altre possono essere registrate per l’esenzione fiscale basata sul riconoscimento di scopi sociali e altre ancora possono costituire dei fronti per interessi politici, religiosi o di altro tipo;
  5. ODV: attività di volontariato;
  6. Associazioni no profit “semplici”: persone che si mettono insieme per portare avanti uno scopo comune (che può essere culturale, musicale e così via).

Italia e Terzo settore

In Italia il Terzo settore è ancora in una fase di crescita. E continua ad espandersi con tassi di crescita medi annui superiori a quelli che si rilevano per le imprese orientate al mercato, in termini sia di numero di imprese sia di numero di dipendenti.

La maggior concentrazione di enti non profit è nel Nord, in particolare in Lombardia e in Lazio, che invece assorbe gran parte degli enti presenti nel Centro Italia.

Secondo l’Istat, negli ultimi anni i lavoratori impiegati sono stati quasi 800 mila, mentre i volontari 5 milioni e 529 mila. Le organizzazioni restano sempre poi alla continua ricerca di personale specializzato.

Il 24 ottobre 2017 Italia Non Profit, un’impresa benefit fondata da diversi professionisti accomunati dall’interesse per la ricerca e sviluppo del Terzo settore, ha annunciato il lancio del primo motore di ricerca sul non profit italiano, un database che rende possibile a qualunque persona, ente, imprese, fondazioni o altre realtà non profit l’accesso gratuito a informazioni dettagliate sulle organizzazioni iscritte rendendo possibile una scelta più consapevole delle donazioni.

Dall’ottava edizione dell’Osservatorio su “Finanza e Terzo settore” promosso da UBI Banca e AICCON (Associazione Italiana per la promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit) emerge che circa il 70% delle imprese e delle cooperative sociali prevedono una crescita di entrate nel 2019 e si registra una forte intenzione ad investire ricorrendo a strumenti di finanza a impatto sociale o finanza agevolata sostenuti dagli istituti di credito.

Qui vi elenchiamo alcune tra le oltre 340 mila associazioni No Profit italiane:

  • Mediterranea
  • Fondazione AVSI
  • Amici senza Confini
  • Legambiente
  • Fondazione l’Albero della Vita
  • Mani Tese
  • Italia nostra Onlus
  • Emergency
  • Libera
  • Movimento per la lotta contro la fame nel mondo
  • Associazione Italiana Donne per lo sviluppo
  • Movimento Nonviolento
  • Emergenza Sorrisi- Doctors for Smiling Children
  • OXFAM Italia
  • La Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (FIRC)
  • La Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro (AIRC) 
  • Associazione italiana sclerosi multipla (AISM)
  • Progetto Sviluppo CGIL

Aree di intervento

La maggioranza delle organizzazioni non profit in Italia è attiva nel settore della cultura, sport e ricreazione e solo il 20% del totale è impegnato nell’erogazione di servizi (assistenza, istruzione e sanità).

Gli ambiti di intervento di enti italiane e internazionali sono:

  • cultura e informazione: si impegnano nella promozione sociale e la diffusione di forme espressive quali musica, letteratura, teatro e arte, ma anche sport, storia e studi sociali;
  • economia: in ambito di commercio equo e solidale e finanza etica;
  • sviluppo: nel campo del volontariato e della cooperazione, internazionale e governativa;
  • ambiente;
  • salute e ricerca;
  • tutela dei diritti e della pace.

Emergency 

Emergency è un’associazione italiana nata nel 1994, fondata da Gino Strada e sua moglie per offrire cure medico-chirurgiche gratuite alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà.

L’associazione è indipendente e neutrale e promuove una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani. Opera in 7 Paesi, attraverso oltre 60 progetti attualmente attivi.

Si regge sui principi di eguaglianza, qualità e responsabilità sociale, indispensabili per raggiungere gli obiettivi prefissati: 

  • garantire cure mediche di qualità alle vittime di guerra e povertà;
  • uso della medicina basata sui diritti, poichè essere curato è un diritto inalienabile di tutti;
  • promuovere e diffondere una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani;
  • abolizione della guerra.

Per supportare l’organizzazione è possibile proporsi come volontari, fare donazioni o, nel caso di azienda, con collaborazioni.

Legambiente

Legambiente è un’associazione ambientalista italiana, nata nel 1980 nell’ambito dell’ARCI, da cui si è successivamente resa autonoma.

Si basa sul “pensare globalmente, agire localmente”, cioè di intrecciare la questione ambientale con le necessità e le aspirazioni dei cittadini e con i problemi specifici della società italiana e opera attraverso: 

  • campagne informative che forniscono informazioni sullo stato di salute dell’ambiente, sensibilizzando persone, aziende, istituzioni e le politiche a prendere parte al cambiamento; 
  • mette in atto progetti educativi e di partecipazione attiva soprattutto per ragazzi; 
  • stesura di rapporti sulle principali emergenze ambientali del paese e della qualità dei territori, proponendo soluzioni e rendendo partecipi stakeholder e cittadini;
  • realizzazione di progetti incentrati su informazione, coinvolgimento delle persone, comunità e istituzioni, finanziati con fondi europei, nazionali o regionali;
  • analisi e denuncia della criminalità ambientale, smaltimenti illeciti, sfruttamento animale e ecomafie.

Per dare contributo all’associazione puoi donare, diventare socio o volontario, aprire un circolo per valorizzare e preservare il proprio territorio.

Associazione Italiana Donne per lo sviluppo

L’Associazione italiana donne per lo sviluppo (AIDOS) è un’organizzazione non governativa, nata a Roma nel 1981, che si prefigge lo scopo di diffondere e promuovere i diritti umani delle donne, la loro libertà e dignità nei paesi in via di sviluppo.

Opera in vari paesi del mondo istituendo consultori familiari, promuovendo l’educazione e l’informazione sulla condizione femminile e sui diritti delle donne, senza tralasciare i diritti umani. 

Conduce campagne di informazione e sensibilizzazione, corsi di formazione sulla prevenzione delle mutilazioni genitali femminili, promuove l’empowerment economico con la creazione di centri servizi per la piccola imprenditorialità femminile.

Per l’assistenza tecnica e il monitoraggio, AIDOS si avvale di consulenti esperte/i di livello internazionale: ginecologhe, ostetriche, psicologhe/gi, economiste, esperte/i di comunicazione e di advocacy.

Per poter dare un contributo all’associazione è possibile donare, diventare sostenitori regolari, diventare socio, organizzare fundraising ed eventi per aiutare AIDOS, donare il 5xmille, acquistare i gadget Aidos.

Emergenza Sorrisi- Doctors for Smiling Children

Emergenza Sorrisi è una ONG, opera in 23 Paesi e si occupa di bambini affetti da labbro leporino, palatoschisi, malformazioni del volto, esiti di ustioni, traumi di guerra, cataratte e altre patologie invalidanti nei Paesi in Via di Sviluppo. Anche per questa associazione è possibile dare un contributo personale con donazioni e volontariato. Come lavora:

  • campagna di informazione;
  • attiva percorsi formativi per i professionisti dei Paesi che ospitano la missione;
  • screening: visite mediche, analisi e valutazione clinica dei pazienti;
  • interventi chirurgici;
  • controlli post operatori.

Leave a Comment